mercoledì 13 aprile 2016

PAESI "STRANI"




Esistono in Italia, come nel mondo, città e paesi dai nomi improbabili.
Non si offendano gli abitanti di Bastardo quindi se li definiamo “bastardi”, nè se ci chiediamo curiosamente come si vive a “Orgia”.
A volte, un cartello stradale può metterti di buon umore e, perchè no, strapparti anche un sorriso.

Sono parecchi in Italia i comuni e le città con nomi davvero originali. Tra questi Paperino (frazione di Prato), Femminacorta in provincia di Pistoia o Purgatorio in provincia di Trapani. I nomi più simpatici sono però quelli che ricordano il sesso. Da Gnocca a Belsedere, quando incontri un cartello stradale di quel tipo non può passare inosservato. E questi cartelli che non possono passare inosservati, in Italia, sono forse più di quelli che vi sareste potuti aspettare (per non parlare dei bizzarri nomi di strade e piazze...).

In provincia di Perugia troviamo Bastardo, e il fatto più paradossale è che sopra il cartello che stabilisce l'entrata nella frazione umbra, ecco la dicitura che riporta: "Polizia Municipale. Controllo elettronico della velocità". Altra simpatica località è Altolà frazione del comune di San Cesario in provincia di Modena che, più che darti un benvenuto, sembra mettere sul "chi va là" chi guida in macchina. Ci spostiamo in Veneto dove troviamo Gnocca, in provincia di Rovigo, un luogo dove molti vorrebbero andare. Ma se non vi basta, semopre nei pressi di Gnocca troviamo trovare anche “Po di Gnocca”, che abbraccia un piccolo fiume. Si arriva poi ai più classici Sesso e Scopa, rispettivamente in provincia di Reggio Emilia e in provincia di Vercelli in Piemonte. E ancora, Figaccia in provincia di Olbia in Sardegna. A provincia di Lucca invece si può scegliere, e troviamo sia Vagli sopra, che Vagli sotto. Sempre in Lombardia, vicino Sondrio troviamo Trepalle. Infine Sega in provincia di venezia, Orino, in provincia di Varese e Bellano, in provincia di Lecco. 

Pare che a Loculi (Nuoro) gli abitanti alla sera accendano un cero, al posto delle lampadine...  Camposanto (Modena)  di loculi ne ha in ogni angolo. 
Nell’astigiano è divertente passare in auto e leggere l’uno dopo l’altro quelli di tre paesi in fila: Frinco, Zanco e Tonco.

In provincia di Alessandria c’è Alluvioni Cambiò, che un tempo si chiamava Sparvara ed era un fiorente borgo medioevale con tanto di castello posto sulla sponda sinistra del Po; ma una notte buia e tempestosa il fiume ruppe gli argini, facendo strage di case e genti. 
Non solo. Quando il giorno dopo i superstiti si guardarono attorno, si accorsero con stupore di essere finiti sulla sponda destra; il Po aveva cambiato corso. Così gli alluvionati decisero, in perenne ricordo del fatto, di ribattezzare il loro paese.

Esistono nomi brevissimi come Lu (AL), Alà (SS), Alì (MS), o sportivi come Calcio (BG), Fallo (CH) e Piscina (TO); si sa che l’Italia è ricca di fonti, terme, sorgenti e perciò vi è un incredibile numero di paesi il cui nome inizia per Acqua seguito da vari aggettivi: fredda (BS), canina (MC), formosa (CS), negra (CR), pendente (VT), viva (CB): persino santa (AP), seria (CO) e lagna (PS) per il fastidio provocato dall’incessante scorrere dei fiumi Burano e Candigliano.



La toponomastica ha pescato a piene mani sia dal regno vegetale battezzando un luogo col nome di piante, fiori e frutti che lo caratterizzavano – Nespolo (RI), Mirto (ME), Oliva (PV), Olmo (BG); Pigna (IM); Pero (MI), Pesco (BN), Noci (BA) – che da quello animale, vero o soprannome umano che fosse: Cicala (CZ), Falcone (ME), Tortora (CS), Gallo (CN e CE), Leonessa (RI), Pavone (TO). 
Felino (PR) invece non ha nulla a che fare coi gatti, ma deriva dal latino figulinus, “fabbricante di vasi”.

Anche le caratteristiche fisiche del posto o del suo antico proprietario servivano all’uopo; un esempio ne sono Occhiobello (RO), Destro (CS), Erto (PN), Vasto (CH), che per la precisione deriva da Guasto, poiché fu devastato dall’esercito di Pialy Pascià), Spessa (PV), Lustra (SA), Donnadolce (RG): ma chissà che mucche infelici nei pascoli di Pocapaglia (CN)…

Il numero 3 ha sempre qualcosa di magico e divino, nonostante ciò che possa seguirlo: per questo in provincia di Catania troviamo Tremestieri, Trepunti, Trepuzzi, mentre nei dintorni di Sondrio esiste Treppalle.

Se ci sono paesi dai nomi gentili e allegri come Bene (CN), Benestare (RC), Benetutti (SS), Ameno (NO), Campodimiele (LT), Buonabitacolo (SA), Sostegno (VC) e Buonvicino (CS), ne esistono anche di poco rassicuranti quali Malvicino (AL), Bomba (CH), Ossaia (AR) e Strozza (BG), oppure tristissimi quali Travagliato (CS), Sospiro (CR), Tornimparte (AQ) e Femminamorta (PT).

Meglio la quiete di posti mistici dove Casto (BS), Morigerati (SA) e Provvidenti (CB) si sentirebbero a proprio agio: Altare (SV), Cappella (CR), Candela (FG), Cardinale (CZ) e Cattolica (FO).

In compenso chissà quanti agognerebbero trascorrere ferie felici a Canna (CS), Canne (BT) o a Belvedere di Spinello (CZ)…

Perché l’Italia è un paese libero, democratico e parcondicèsco: infatti se esiste Bellona (CE) può esserci pure Barbona (PD); se c’è Primiero (TN) c’è anche Ultimo (BZ).

Abitare a Cessalto (autostrada Trieste-Mestre), piuttosto che a Bastardo o a Casa del Diavolo (ambo in provincia di Perugia) o magari Aramengo (AT) possa causare qualche problema anche psicologico,  domandiamoci quanto siano felici gli abitanti di Carini (PA) e di Bellino (CN): l’importante per questi ultimi è che il nome del loro paese non venga pronunciato da un ligure…

Cantello (VA), a tre km dalla Svizzera, sino a poco tempo fa si chiamava Cazzonne, pronunciato e scritto però regolarmente senza una N; Piero Chiara raccontò che il cambiamento venne chiesto non dagli abitanti, bensì dal Comando generale della Guardia di Finanza a seguito delle lamentele dei militari accasermati in quel luogo di confine e stanchi di ricevere dalle famiglie lettere con su scritto come indirizzo “A Salvatore Cacace, Cazzone“.

Stessa cosa accadde a Lieto Colle (CO), pur’esso al confine confederato e sede di caserma della Finanza, che in origine si chiamava Figazzo; sempre nel varesotto Cazzago ha invece coraggiosamente mantenuto il suo nome, come il monte Baciaculo (BS).





Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

PER TABLET E PC

LE IMAGO
.

 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com .

Elenco blog AMICI

  • REDDITO di INCLUSIONE - *REDDITO di INCLUSIONE: * *CHE COSA E’ e a CHI SPETTA* *Approvata una misura di sostegno alle famiglie sotto la soglia* *di povertà. A ciascun nucleo aven...
    3 settimane fa
  • dal Biglietto da Visita alla Insegna luminosa - *Sono Web Designer , Web Master e Blogger . * *Creo il Vostro Sito Internet: * *Leggero e Responsive , **Visibile e Dinamico , * *disegno Loghi e Marchi A...
    3 giorni fa
  • M'illumino di meno 2017 - Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione. Caterpillar è in diretta dalle 18.00 alle 20.00 - RADIO RAI2 per seguire gli spegniment...
    2 mesi fa
  • Totò conobbe Pasolini - *Totò conobbe Pasolini* Roma, la città eterna, era il fondale dell’incontro tra Totò e Pasolini. Totò, o meglio, Antonio De Curtis (l’attore sarà semp...
    1 settimana fa
  • Meglio https per il Tuo Url - *ATTENZIONE! * *Mentre sei su FB, guarda il tuo indirizzo URL in alto. * *Se vedi "http:"invece di "https:" allora tu NON hai una sessione protetta e può ...
    2 settimane fa
  • Perché l'olio di palma fa male - Leggere tra gli ingredienti di un alimento confezionato il nome di un olio vegetale rassicura e lascia che l'assonanza vegetale-naturale-salutare faccia ...
    2 settimane fa