giovedì 24 novembre 2011

Lassativo nella cena di Berlusconi




Lassativo

nella cena di

Berlusconi

la vendetta

di Jamie Oliver

 

Lo chef Jamie Oliver ha raccontato un divertente aneddoto legato all’incontro con l’ex Premier italiano Silvio Berlusconi al quale, per vendicarsi dall’avergli negato qualche minuto con la modella Naomi Campbell, somministrò un potente lassativo in occasione della cena del G20 del 2009.







A raccontare un divertente aneddoto legato proprio a questo aspetto del carattere di Silvio è lo chef Jamie Oliver, cuoco di fama mondiale al quale, nel 2009, fu affidato il compito di cucinare una cena per i maggiori esponenti della politica mondiale in occasione del G20.

Berlusconi mi spinse di lato per presentarsi a

Naomi Campbell: parla Jamie Oliver

Alla cena in questione partecipò anche la bellissima modella Naomi Campbell, simbolo della bellezza femminile nel mondo. Fiutando un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire, Oliver si avvicinò alla Venere nera della moda al fine di scambiare con lei qualche parola e realizzare il desiderio di conoscere il suo idolo.

Nello stesso momento, però, anche Berlusconi si accingeva a mettere in pratica il medesimo progetto e, avendola scorta da lontano in compagnia del cuoco, le si avvicinò per presentarsi. Jamie, infastidito da quell’intrusione, ha scelto di raccontare in un’intervista alla Bbc in che modo andò a finire quell’incontro:
Quella sera c’era anche Naomi Campbell e mi avvicinai, visto che sono un suo fan. Dopo tre secondi netti, si avvicinò Berlusconi e mi spinse letteralmente di lato. Mi mise da parte in modo sgarbato e si fece avanti a Naomi. Si presentò, scrisse il suo numero di telefono su un bigliettino e glielo consegnò. Io mi risentii per quel comportamento. Dopo, però, mi sono vendicato: sai, quella sera cucinavo io. E con me avevo un po’ di lassativi
Divertito, quindi, Oliver racconta di essersi vendicato per l’affronto subito preparando per Silvio una serata indimenticabile. E non certo per le chiacchiere scambiate con la supertop.



. .

giovedì 17 novembre 2011

BANNER: Il Gioco Delle Coppie








 Il Gioco Delle Coppie


.




.
.



.

. Guadagna soldi .
. Get cash from your website. Sign up as affiliate.
.





BANNER: Il Gioco Delle Coppie: . . . .   Il Gioco Delle Coppie . . . . . . . .

.Guadagna soldi..Get cash from your website. Sign up as affiliate.




.

BANNER: Scopri quando morirai

Scopri quando morirai



Scopri quando morirai


.



.



BANNER: Scopri quando morirai: Scopri quando morirai . . . . Scopri quando morirai Hai paura di sapere quando morirai? Fai un test per scoprirlo. ...

.Guadagna soldi..Get cash from your website. Sign up as affiliate..

giovedì 10 novembre 2011

CHI SONO LE PROSTITUTE ?

 
 
 
 
SPIEGARE AI BAMBINI CHI SONO LE PROSTITUTE...
 
Caso 1) Se lo deve spiegare la mamma Mamma e figlia su un taxi. La bambina, indicando due prostitute lungo la strada: "Mamma, cosa fanno quelle signorine?" La mamma: "Aspettano il tram..." Il tassista: "No piccolina, quelle sono mignotte, scopano a pagamento!!!" E sempre il tassista, rivolto alla madre: "Signora, bisogna dire la verita ai bambini!" Dopo qualche minuto la bambina chiede: "Mamma, le prostitute possono avere dei bambini?" La mamma: "Certo, e da grandi fanno tutti i TASSISTI..."
 
 
Caso 2) Se lo deve spiegare il babbo... Un bambino in macchina col padre vede alcune prostitute che battono sul viale, allora chiede al padre: "Chi sono quelle signore?" Il padre (in forte imbarazzo): "Niente, niente; guarda dall'altra parte che bel negozio di giocattoli! Il bimbo: "Si , si, l'ho visto, ma chi sono quelle signore?" Il padre: "Sono... sono delle venditrici ambulanti!" Il bimbo: "Ah! E cosa vendono ? Il padre: "Vendono... vendono un po' di felicità..." Il bambino inizia a riflettere sulla cosa e il giorno dopo, a casa, apre il suo salvadanaio prelevando 50 euro con l'intenzione di andarsi a comprare un po' di felicita da quelle signore. Così quel pomeriggio si presenta da una delle prostitute e le chiede: "Signora, mi darebbe 50 euro di felicita per favore?" La donna resta allibita, ma visto il periodo di crisi, decide che non e il caso di lasciarsi sfuggire 50 euro; porta il bimbo a casa sua e gli prepara tre enormi fette di pane con la nutella. La sera il bimbo torna a casa e trova i genitori visibilmente preoccupati. Il padre gli chiede: "Dove sei stato fino ad ora? Eravamo in pensiero!" E il bimbo, guardando il padre: "Sono stato da una delle signore che abbiamo visto ieri, a comprare un po' di Felicità!" Il padre sbianca e gli chiede: "E... e a-allora...co-come e andata???" Il bimbo: "Beh! Le prime due ce l'ho fatta; la terza però l'ho leccata e basta...".....
 
.

affitto appartamento








.
Un uomo d'affari incontra una bellissima ragazza che concorda di
passare una notte con lui alla tariffa di 500€.
I due passano la notte insieme, e quando è il momento di pagare la
ragazza, l'uomo dice di non avere contanti ma che avrebbe chiesto alla
sua segretaria di spedirle un assegno motivandolo come "affitto
appartamento".
Tornando in ufficio però l'uomo, ripensando all'esperienza appena
vissuta, decide che non valeva il prezzo che avevano pattuito perchè
non era stata soddisfacente.
Così dice alla sua segretaria di mandare un assegno da 250€
accompagnato dal seguente biglietto :
"Gentile signora, Le invio un assegno di 250€ per l'affitto del suo
appartamento. Non le pago la cifra che avevamo pattuito, perchè
quando ho deciso di affittare l'appartamento ero convinto che :
- fosse nuovo e mai stato abitato
- fosse pieno di calore
- fosse abbastanza piccolo e confortevole da farmi sentire a casa.

In realtà, ho constatato che :
- era stato già abitato in precedenza
- era privo di riscaldamento
- era nel complesso troppo grande"
Quando ricevette l'assegno, la ragazza immediatamente lo rispedì al
mittente con la seguente nota :

"Egregio signore,
- Non so come possa aspettarsi che un bell'appartamento rimanga vuoto
a tempo indeterminato"
- per quanto riguarda il riscaldamento, le assicuro che ce n'è in
abbondanza, basta sapere come accenderlo
- infine, l'appartamento è di una misura assolutamente normale, se lei
non ha abbastanza mobili per riempirlo non è certo colpa mia.

La invito pertanto a versare l'intero importo pattuito, o mi vedrò
costretta a contattare la sua attuale padrona di casa ........."
. .

IN ASCENSORE , PETOMANI








. .
  accende una candela con una scoreggia 

. .
In un ascensore di un Grand Hotel di Roma entra una bella bionda vestita molto elegantemente. Insieme a lei entra una cameriera. La cameriera sente un profumo intenso nell'ascensore, e comincia ad annusare. Al che la bella bionda dice con voce calda e sensuale: "Acqua di vose del maestvo Chapel. Compvato a Pavigi a Natale. 50 euvo al millilitvo. L'ascensore intanto sale. Si ferma al decimo piano ed entra una bellissima bruna anche lei tutta elegante e stratirata. Un altro intenso odore si diffonde nell'ascensore. La biondona e la cameriera annusano. La bruna: "Fiovi di Chantel Lugavz, compvato a New Yovk. 51 dollavi al millilitvo". L'ascensore sale. Arrivati al 15° piano si sente un enorme boato... BROOOOOOOOMMMMM!!!. La cameriera: "Broccoli, 50 centesimi ar ciuffo!!".



. .

lunedì 7 novembre 2011

Il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, crede che i neutrini abbiano viaggiato attraverso “un tunnel”




Il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini, crede che i neutrini abbiano viaggiato attraverso “un tunnel” (lo chiama proprio così) che collega il centro di ricerca del Cern (in Svizzera) col Gran Sasso che, com’è noto, distano ben 730 chilometri. Ma i neutrini, si sa, sono più veloci della luce e quindi che volete che sia un tunnel di 730 chilometri: si fa in pochi nanosecondi. Se non ci fosse da piangere. Leggere per credere. Ecco il comunicato del ministero:
Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini
“La scoperta del Cern di Ginevra e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è un avvenimento scientifico di fondamentale importanza.”

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.
Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.
Inoltre, oggi l’Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.

 KI GLIELO DICE AL MINISTRO KE NON ESISTE NESSUN TUNNEL ???

E DI KE FINANZIAMENTI PARLA ??? BUGIARDA AAAAAAA ED IGNORANTE



. .

Elenco blog AMICI

  • Lavoro alla Camera dei Deputati - * Quanto si guadagna e cosa fare per essere assunti .* *Nuove assunzioni alla Camera dei Deputati: * *tutto **quello che c'è da sapere* * per non farsi tr...
    1 settimana fa
  • Stefano Rodotà, grazie professore - Le abbiamo voluto bene come a un padre Si dice “padri della patria” per indicare chi ha fatto da guida. Salutando Stefano Rodotà, dobbiamo dire addio a u...
    2 giorni fa
  • Salviamo gli Oceani dalla Plastica - Salviamo gli Oceani - Basta plastica ! Entro il 2050, negli oceani ci sarà più plastica che pesci. È una vergogna. Metà della plastica la usiamo una vol...
    2 settimane fa
  • Gli Occhi sono lo Specchio dell’Anima - «Gli occhi – dice il proverbio – sono lo specchio dell’anima». L’esperienza ci dice che è una frasi di una profonda verità. Spesso (non sempre, ovviame...
    4 settimane fa
  • La SCHIAVITÙ dal WEB - *MOLTEPLICITÀ e DISSOLUZIONE* Lo dico per l’ennesima volta: la filosofia del pensiero plurale non ha niente a che fare con il relativismo e con lo sce...
    20 ore fa
  • MAGNESIO - MAGNESIO: il minerale che aiuta a curare quasi tutto E’ lo scarto del sale, ma è indispensabile per l’attività di oltre 300 enzimi e svolge un ruolo fonda...
    3 settimane fa